VEN 24 GENNAIO 2020 ore 21.00

SAB 25 GENNAIO 2020 ore 21.00

Annagaia Marchioro

FAME MIA – QUASI UNA BIOGRAFIA

La storia di una donna che aveva fame, che aveva così tanta fame, da smettere di mangiare.  Quella donna era anche Amélie Nothomb, ma anche i tanti Giada, Marika, Riccardo e altri infiniti nomi.  La fame è un paesaggio che ci accomuna tutti, belli e  brutti, storti, compiuti o incompiuti. La fame è un sentimento universale e, ovviamente, non è solo di cibo, ma di amore, di vita, di storie, di riconoscimento.

Fame mia è uno spettacolo comico e poetico che parla di cioccolato e di desideri, di cibo e di ossessioni, di accettazione e di denutrizioni. È liberamente ispirato al romanzo di Amélie Nothomb, di cui cita alcuni dei momenti più alti sfocandone i contorni, fino a farlo aderire a un’altra storia, quella dell’autrice attrice che la interpreta con la crudele ironia che caratterizza anche il linguaggio della Nothomb.

Dedicato a tutte quelle persone che non si sentono abbastanza belle, che non si sentono abbastanza amate, che non credono di bastarsi per essere felici. Uno spettacolo un po’ per tutti: chi è senza peccato, scagli la prima pietra.

Di Annagaia Marchioro in collaborazione con Gabriele Scotti
Liberamente ispirato a Biografia della Fame di Amélie Nothomb (Voland edizioni)
Regia di Serena Sinigaglia

Acquista ora

Laureata in filosofia e diplomata alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi, Annagaia è attrice in teatro e in televisione. Le sue interpretazioni si distinguono per la vitalità e la maturità con le quali affronta tematiche attuali, sempre con uno sguardo divertente e lieve.